CODA ALLA VACCINARA

http://www.academiabarilla.it/ricette/lazio/coda-alla-vaccinara.aspx
http://www.academiabarilla.it/ricette/lazio/coda-alla-vaccinara.aspx

CODA DI BUE STUFATA, RICETTA DELLA TRADIZIONE ROMANA POVERA

non sembra facile, ma in realtà basta seguire la ricetta

TEMPO 4 ore e mezzo circa

ABBINAMENTO VINO Castelli Romani Rosso DOC

MENù ABBINATO Guanciale all’aceto, Bucatini alla gricia, Coda alla vaccinara, Carciofi alla romanapane: Ciabatta con farina integrale,

INGREDIENTI  coda di manzo del peso di circa un chilo,

tre litri di acqua calda, una carota, un porro (o una cipolla), una costa di sedano, un etto di lardo di prosciutto, una cipollina, qualche fogliolina di maggiorana, un bicchiere di vino bianco secco, un chilo di polpa di pomodoro passato, sale, pepe, noce moscata, cuori di un sedano bianco tagliati a tronchetti, un pizzico di cannella, un cucchiaio di pinoli ed uno di uva sultanina

ED ORA METTIAMOCI AI FORNELLI ASCOLTANDO DELLA BUONA MUSICA a Guido piaceva questa https://www.youtube.com/watch?v=F1dUvfNvlnE

PREPARAZIONE

  • Tagliate un pezzo di coda di manzo del peso di circa un chilo (o più!) a pezzetti, in corrispondenza delle articolazioni, fatela spurgare a lungo in acqua fredda corrente, poi mettete i tronchetti di coda in tre litri di acqua calda
  • aggiungete un pugnetto di sale grosso da cucina, fate prendere l’ebollizion
  • schiumate con cura
  • aggiungete una carota, un porro (o una cipolla), una costa di sedano e continuate la cottura per almeno tre ore.
  • Scolate i pezzi di coda (tenete da parte il brodo) e metteteli in una casseruola (possibilmente di coccio) con un trito di un etto di lardo di prosciutto, una cipollina, qualche fogliolina di maggiorana e due cucchiai di olio;
  • fate soffriggere poi aggiungete un bicchiere di vino bianco secco, e dopo che il vino sarà quasi completamente evaporato aggiungete un chilo di polpa di pomodoro passato
  • aggiustate di sale, aggiungete una presa di pepe ed un pizzico di noce moscata;
  • continuate la cottura per circa un’ora, fino al momento in cui la carne si staccherà facilmente dall’osso (durante la cottura allungate la salsa a mano a mano si restringe con il brodo di cottura della coda);
  • nel frattempo lessate in acqua leggermente salata i cuori di un sedano bianco tagliati a tronchetti di circa tre centimetri e circa dieci minuti prima di ritirare la coda dal fuoco, aggiungeteli nella casseruola aggiungendo un pizzico di cannella.
  • Fuori dal fuoco completate con un cucchiaio di pinoli ed uno di uva sultanina leggermente ammollata.
  • Versate con cura la preparazione nel piatto di porata facendo attenzione che la carne non si distacchi dall’osso.

E BUONA MANGIATA !!!

ora vai su VUOI CONTRIBUIRE se hai voglia di farmi pubblicare una tua variante o semplicemente il tuo piatto preferito. LA TUA E-MAIL NON VERRA’ RESA PUBBLICA

oppure più semplicemente lasciami un commento qui sotto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...